Usa2020, Biden continua le audizioni per la vice presidenza. Chi scende e chi sale

Condividi:
usa2020 biden continua le audizioni per la vice presidenza chi scende e chi sale - Usa2020, Biden continua le audizioni per la vice presidenza. Chi scende e chi sale

I consulenti di Joseph R. Biden Jr. stanno conducendo diversi cicli di interviste con un gruppo selezionato di candidati per la vicepresidenza e stanno iniziando a raccogliere documenti privati ??da alcuni di loro. Il comitato di ricerca è in contatto con circa una dozzina di donne e circa otto o nove sono già state esaminate più intensamente.
 
In questo gruppo ci sono due contendenti che recentemente sono diventati famosi, il rappresentante Val Demings della Florida e il sindaco Keisha Lance Bottoms di Atlanta. Un noto candidato, il senatore Amy Klobuchar del Minnesota, ha perso il primo posto. Mentre alcuni candidati di basso profilo, come il senatore Tammy Baldwin del Wisconsin, stanno avanzando costantemente.
 

Il New York Times in queste ore ha parlato con una serie di persone che hanno familiarità con la ricerca e le attività del team Biden. Le interviste hanno prodotto il quadro più completo della lista di candidati che Biden sta prendendo in considerazione.
 
La ricerca si sta svolgendo sia pubblicamente sia privatamente. Alcuni dei contendenti che sono avanzati più avanti nel processo sono ben noti, tra cui i senatori Kamala Harris della California ed Elizabeth Warren del Massachusetts. Ma il Times ha confermato che anche molte altre donne – i cui nomi sono stati ripetutamente diffusi – sono anch’esse oggetto di attenta considerazione.
 
Sono state anche intervistate due donne con credenziali sulla difesa nazionale: il senatore Tammy Duckworth dell’Illinois, un veterano della guerra in Iraq, asiatico-americano, e Susan Rice, ex consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Barack Obama e la prima donna di colore a servire come ambasciatrice presso le Nazioni Unite.
 
L’ondata di manifestazioni scatenate dall’omicidio a Minneapolis di George Floyd, ha fatto salire la considerazione per una coppia di donne di colore: Demings e Bottoms. Sebbene Demings e Bottoms siano molto meno conosciute nell’elettorato nazionale rispetto ad altre figure nella lista di Biden, hanno svolto ruoli cruciali in una crisi a cascata dei diritti civili: Demings, ex capo della polizia a Orlando, in Florida, è diventata una figura di spicco nel dibattito sulle forze dell’ordine, mentre la gestione da parte di Bottoms di manifestazioni caotiche nella sua città le è valsa il plauso nazionale. Entrambe le donne hanno parlato con il team di controllo e i consulenti di Biden hanno contattato i loro alleati per cercare informazioni su di loro.

Il rappresentante della Florida, Charlie Crist, un sostenitore di Demings, ha detto di averne parlato di recente con l’ex senatore Christopher J. Dodd, un membro del comitato di ricerca del Biden. Crist – un ex repubblicano che è stato valutato come vice presidente da John McCain nel 2008 – ha predetto che se Biden avesse reso Demings sua compagna di carica, avrebbe bloccato la Florida e i suoi 29 voti al collegio elettorale.
 
“È pronta per il compito”, ha detto Crist di Demings, aggiungendo, “farebbe una differenza enorme se davvero avessi un Floridian sul biglietto.”
 
Biden ha insistito in un’intervista con la CBS la scorsa settimana che le ultime settimane tumultuose non avevano cambiato in modo significativo il suo pensiero sulla vice presidenza, se non per mettere “maggiore attenzione e urgenza sulla necessità di trovare qualcuno che sia totalmente simpatico con dove Io sono”. “Voglio qualcuno forte”, ha detto, “e qualcuno che è pronto per essere presidente il primo giorno”.
 
La rappresentante Dina Titus del Nevada, uno dei primi sostenitori di spicco di Biden, gli ha consigliato di fare una scelta di governo sobria, qualcuno che lo aiuti a superare gli anni turbolenti. “Ha bisogno di scegliere qualcuno che sia serio, rispettato e che abbia qualche briciola politica”, ha detto Titus, “non solo qualcuno che è una personalità”.
 
Diversi dirigenti statali hanno anche avuto conversazioni con i membri della squadra di controllo, tra cui il governatore Gretchen Whitmer del Michigan, che si è scontrato con il presidente Trump per la sua gestione del coronavirus, e il governatore Gina Raimondo di Rhode Island, leader dell’ala centrale del suo partito. Il governatore Michelle Lujan Grisham del New Mexico, ex presidente del Congresso ispanico Caucus, è uno dei candidati dai quali i consulenti di Biden hanno richiesto documenti privati, un segnale che è considerata una contendente seria.
 
Non è chiaro esattamente dove Stacey Abrams, ex candidato alla carica di governatore della Georgia, si trovi in ??questo processo. In un’apparizione mercoledì nello show della CBS di Stephen Colbert, Abrams sembrava dire che non era stata contattata dal comitato di ricerca, anche se molte persone hanno insistito sul fatto che fosse ancora nel mix.

Harris sembra essersi sollevata ulteriormente nelle ultime settimane con la sua difesa della riforma della polizia. Ma tre democratici in regolare contatto con i principali funzionari di Biden hanno affermato di aver spesso espresso disagio per Harris a causa della sua turbolenta candidatura alla presidenza e del suo attacco contro Biden nel primo dibattito dell’anno scorso.
 
Anche Klobuchar è ancora sotto esame, ma ha ritirato le critiche fatte per una cattiva condotta della polizia come procuratore distrettuale nella contea di Hennepin, sede di Minneapolis. Ciò potrebbe lasciarla come la più formidabile candidata bianca in circolazione, in gran parte a causa della sua popolarità con i liberali e della sua credibilità come messaggera per l’economia.
 
La decisione di Biden ha assunto un’importanza enorme in quanto il paese si trova di fronte a una serie di crisi sovrapposte che quasi sicuramente dureranno oltre il giorno dell’inaugurazione.
 
A 77 anni, Biden sarebbe la persona più anziana mai eletta alla Casa Bianca, una distinzione con implicazioni che non può essere scontata. Uomo bianco moderato in un partito alimentato dall’energia politica delle donne, dei giovani liberali e delle persone di colore, Biden sta affrontando richieste da numerosi settori che vogliono che il suo profilo sia equilibrato da qualcuno che rappresenti equilibrio razziale, geografico, generazionale o ideologico. Se Biden vincesse le elezioni di novembre, potrebbe entrare in carica nelle condizioni più buie di qualsiasi presidente da mezzo secolo a questa parte, con una stagnazione economica e una mortale pandemia che oscura la sua nuova amministrazione.
 
Questa realtà inquietante rafforza l’opinione di molti democratici secondo cui Biden deve scegliere un compagno di corsa che potrebbe essere un partner a pieno titolo nel governo piuttosto che qualcuno che è utile principalmente per scopi tattici in una stagione elettorale.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy