Riscaldare casa: Perchè scegliere una stufa a pellet

Condividi:

Le stufe a pellet funzionano in modo simile alle stufe a legna e vengono sfruttate per il riscaldamento di uno o più locali.

Il propellente necessario per il funzionamento delle stufe è il pellet, un materiale naturale realizzato dagli avanzi della lavorazione del legno; per cui non è necessario abbattere alberi per la produzione del pellet.

Le stufe a pellet sono simili alle stufe tradizionali; il serbatoio dove viene messo il pellet da utilizzare solitamente può contenere dai 10 ai 60 Kg di materiale, in base al tipo di stufa scelto. All’interno del serbatoio trova posto una sorta di ruota mobile che muove il pellet nel braciere dove una resistenza elettrica diventando incandescente durante l’avviamento innesca la fiamma.

Una delle principali caratteristiche delle stufe a pellet è la possibilità di poter impostare l’accensione e lo spegmineto per mezzo di un cronotermostato preimpostato, il quale permette anche di impostare la temperatura minima e massima. Il calore misurato in kWh varia da modello a modello e può andare dai 2/3kw a decide di Kw per gli ambienti più grandi. Il calore generato dalla stufa a pellet a secondo del modello viene diffuso nell’ambiente ad aria forzata o per convenzione. Diversi modelli di stufe a pellet permettono di canalizzare l’aria tramite bocchette per riscaldare le stanze vicine a quella nel quale è posizionata la stufa.

Rispetto alla classica stufa a legna, la stufa a pellet ha certamente dei pregi di cui tenere conto durante la scelta del tipo di riscaldamento da utilizzare.

Per prima cosa la pulizia, al contrario delle stufe a legna, le stufe a pellet non necessitano del trasferimento di combustibile dalla legnaia all’interno dell’abitazione, non vi sono fuoriuscite di fumo all’interno della stanza perchè la stufa lavora a depressione e ha una canna fumaria di dimensioni ridotte se confrontata alla classica delle stufe a legna.

La stufa a pellet è automatica grazie al cronotermostato interno. E’ possibile impostare l’accensione e lo spegnimento e questo è indubbiamente il vantaggio più grande rispetto alla classica stufa a legna che ha bisogno della presenza di una persona, nella tipica situazione in cui si torna da lavoro si ha la possibilità di trovare la casa calda.

Inquinamento più basso rispetto ad una normale stufa a legna, nell’aria viene immessa una quantità minore di CO2 e pure il pellet è 100% materiale riciclato.

Anche se la stufa ha un costo di acquisto elevato, nel tempo porta un certo risparmio perchè contrariamente ai tradizionali riscaldamenti a gas il prezzo del pellet non è influenzato dalle oscillazioni di mercato del petrolio e degli altri combustibili fossili oltre al fatto che il pellet è fatto da legname di recupero.

In fine, ma comunque importante è il fattore design, esistono tantissimi modelli di stufe a pellet di tutti i colori e forme, che possono diventare graziosi complementi di arredo.

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy