Pelosi contro Trump: “Via dal Campidoglio le statue dei leader confederati”

Condividi:

In America non si placa la guerra ai simboli dell’odio. Le rivolte e le manifestazioni seguite alla morte di George Floyd, l’afroamericano soffocato dalla polizia di Minneapolis, hanno riacceso la lotta a tutti i simboli di segregazione razziale e di colonialismo. Così quella Storia con cui il Paese non ha ancora fatto i conti torna a rinfocolare il dibattito pubblico e politico. Il primo risultato è un’epidemia di statue decapitate, bruciate, rimosse di personaggi fino a ieri considerati esemplari.Cade anche il Cristoforo Colombo del MinnesotaL’ultima statua a cadere, a St. Paul, capitale del Minnesota, è stata quella di Cristoforo Colombo. Mercoledì notte, un’altra, a sua immagine, era stata divelta e gettata in un lago a Richmond, in Virginia: i manifestanti l’avevano rimossa con delle funi, e lasciato una scritta, “Colombo rappresenta il genocidio”, piantata sul basamento. A Boston, il monumento dedicato al genovese che scoprì l’America è rimasto, ma con la testa mozzata.Columbus is Down#USAonFire pic.twitter.com/mNJsY4v8ch— D (@Dewan_Ali) June 11, 2020


Gli attivisti del Minnesota avevano già minacciato di abbattere la statua del navigatore italiano, considerato responsabile con la sua “scoperta” di aver avviato la colonizzazione europea delle Americhe e di conseguenza il genocidio delle popolazioni native. Il governatore democratico Tim Walz era intervenuto dicendo che questi monumenti “rappresentano delle sofferenze storiche che portano a quello che abbiamo visto con George Floyd quando la rabbia riemerge”.pelosi contro trump via dal campidoglio le statue dei leader confederati - Pelosi contro Trump: "Via dal Campidoglio le statue dei leader confederati"Esteri Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy