Lufthansa: sì equipaggi ad accordo su mega taglio costi da 500 milioni di euro

Condividi:
lufthansa si equipaggi ad accordo su mega taglio costi da 500 milioni di euro - Lufthansa: sì equipaggi ad accordo su mega taglio costi da 500 milioni di euro

Lufthansa e il sindacato tedesco dell’equipaggio di cabina Ufo hanno dichiarato di aver raggiunto un accordo che comporterebbe risparmi da 500 milioni di euro per la compagnia aerea, colpita dalla crisi coronavirus.

L’accordo – che deve ancora essere approvato dai membri dell’Ufo – include congelamenti salariali, riduzione delle ore di volo, pacchetti di prepensionamento e congedi non retribuiti per gli assistenti di volo della Lufthansa.


“Vogliamo evitare licenziamenti forzati”, ha dichiarato Michael Niggemann, capo delle risorse umane di Lufthansa, aggiungendo che l’accordo “ha inviato un segnale importante” alla vigilia del voto degli azionisti su un piano di salvataggio da nove miliardi di euro per la compagnia aerea.

Lufthansa sta elaborando un piano “B” per evitare l’insolvenza nel caso in cui all’assemblea di domani gli azionisti non approvassero il piano di salvataggio governativo da 9 miliardi. Il governo tedesco potrebbe ancora ottenere una partecipazione del 20%, come originariamente previsto.

La compagnia aerea di bandiera tedesca è stata duramente colpita dalla pandemia Covid -19 ma l’investitore miliardario Heinz Hermann Thiele si è opposto ai termini del salvataggio, proponendo una partecipazione indiretta del governo nella Lufthansa attraverso la banca di sviluppo tedesca KfW invece di una partecipazione diretta e una rappresentanza del consiglio di amministrazione.

Thiele, che ha recentemente aumentato la sua partecipazione in Lufthansa al 15,5%, dovrebbe avere un veto virtuale all’assemblea generale straordinaria di domani. Lufthansa si aspetta che i detentori di meno del 50% delle azioni votino, nel qual caso sarebbe necessaria una maggioranza di due terzi perchè il salvataggio passi. Secondo quanto rivelato da alcune fonti, il “Piano B” prevede che Berlino acquisisca inizialmente una quota di circa il 10% di Lufthansa da un’emissione di azioni senza diritti di sottoscrizione a 2,56 euro per azione.

La quota rimanente verrebbe da un regolare aumento di capitale a cui potrebbero partecipare tutti gli azionisti di Lufthansa. Questo piano B deve però essere ancora approvato dal Governo.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy