Libia, l’Italia inizia lo sminamento. “Haftar ha piazzato trappole esplosive”

Condividi:

Una nuova operazione dell’Italia a sostegno del governo del premier libico Fayez Serraj. Dopo una richiesta di aiuto di Serraj a Giuseppe Conte, da ieri la missione militare italiana in Libia ha iniziato a collaborare con il Centro per lo sminamento libico (Libyan mine action) e con ufficiali delle forze armate del governo di Tripoli. L’obiettivo è sminare le abitazioni e i quartieri di Tripoli in cui i miliziani di Haftar, ritirandosi, hanno piazzato decine e decine di trappole esplosive.

L’ambasciatore d’Italia Giuseppe Buccino ha fatto fare un tweet alla sua ambasciata per confermare che il governo Serraj aveva “stretto con l’Italia un accordo per ricevere supporto tecnico e competenze per rimuovere mine e residuati bellici”.

The #Italian bilateral Mission of Assistance and Support #MIASIT, the #Libyan Mine Action Center #LibMac and Libyan Military Engineers today started working on humanitarian demining activities in #Tripoli pic.twitter.com/G2EaAzDE2Y— Italy in Libya (@ItalyinLibya) June 14, 2020
Con una telefonata, Serraj aveva chiesto al premier Conte “assistenza per il rilevamento e la rimozione” delle mine e delle trappole esplosive piazzate dalle forze del generale Haftar durante la loro ritirata da Tripoli e Tarhuna e altre località.

Nelle ore immediatamente successive al ritiro di Haftar dalla periferia di Tripoli, i primi ad intervenire per lo sminamento sono stati i militari dell’esercito turco. Da novembre la Turchia ha firmato un accordo militare con Tripoli, e ha assistito il governo nell’offensiva militare contro le milizie di Haftar. libia litalia inizia lo sminamento haftar ha piazzato trappole esplosive - Libia, l’Italia inizia lo sminamento. “Haftar ha piazzato trappole esplosive”Gli sminatori dell’esercito turco intervenuti in Libia Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy