LA FERRARI SF1000 SPAVENTA TUTTI

Condividi:

Nei test di Barcellona abbiamo assistito ad una situazione davvero strana.

Dal secondo giorno di test non si è fatto altro che parlare di DAS, ingegneri geniali, irregolarità, ricorsi etc etc.
Nel frattempo proseguivano i test, passavano i giorni e tra una conferenza e l’ altra, testacoda qua e la, gomme di nuova costituzione, ci siamo resi conto che forse la Ferrari SF1000 stava preparando qualcosa di nuovo rispetto agli altri anni.

Sempre in ombra, mai efficace nei tempi, eppure con sprazzi di brillantezza e sicurezza che da tempo non si vedevano. Osservando ciò, suonano strane anche le dichiarazioni di Binotto e di altri componenti del team in cui si diceva che il divario con la Mercedes era notevole già in partenza e non si volevano fare false illusioni come lo scorso anno, per cui pare a tutti che la SF1000 non sarà all’altezza della situazione per l’ ennesima volta.
I rumors di un ulteriore flop hanno allarmato i tifosi, stanchi di non vedere più la scuderia di Maranello in vetta alle classifiche ormai da anni.

La verità è che la Ferrari, si è un pò nascosta per non svelare subito le innovazioni e il potenziale che metterà in pista.

Tra le varie, pare che un sistema automatico, in fase di sterzata sia capace di modificare l’ angolo di Ackermann in modo più rapido ed efficace, garantendo più sterzata alla ruota esterna con più carico e più aderenza e stabilità sulla ruota interna. Nulla di strano direte voi, ma, pare proprio che la Ferrari sia riuscita a perferzionarlo, rimanendo nel regolamento, ed ottenere un vantaggio tenuto nascosto dai brillanti piloti della scuderia abili ad alzare il piede dall’ accelleratore al momento giusto.

Superato l’ impasse, anche la Ferrari ahimè, è finita nel mirino delle altre scuderie e della FIA per una componente della Power Unit nettamente superiore alle altre squadre che, già nello scorso campionato è stata capace di rendere la macchina circa otto decimi più veloce delle altre.
In conclusione la FIA ha dichiarato apertamente regolare il componente della Ferrari, non rendendo pubblico il report in quanto renderebbe a tutti disponibile l’ innovazione apportata dagli ingegneri del cavallino.

Pare che dal ricorso messo in atto da tutte le altre scuderie verso la scuderia italiana, si sia tirata indietro, inaspettatamente la Mercedes, lasciando le altre scuderie sbigottite.

Sarà questo gesto una ammissione di irregolarità del DAS? A voi lettori l’ ardua sentenza.

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy