Coronavirus nel mondo: negli Usa altre 382 vittime, uno dei numeri più bassi da settimane

Condividi:
coronavirus nel mondo negli usa altre 382 vittime uno dei numeri piu bassi da settimane - Coronavirus nel mondo: negli Usa altre 382 vittime, uno dei numeri più bassi da settimane

· La mappa aggiornata · L’evoluzione nel mondoNegli Stati Uniti sono state 382 le vittime di coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo quanto calcolato dall’istituto John Hopkins. Nella sua drammaticità, si tratta di un dato meno negativo rispetto a quelli registrati ultimamente. E’ infatti uno dei più bassi da diverse settimane e arriva dopo quindicina di giorni in cui i decessi giornalieri sono scesi molto raramente sotto quota mille. Gli Usa restano di gran lunga il Paese più devastato dalla pandemia di Covid-19: il numero complessivo dei decessi è salito a 115.729. La pandemia continua ad aumentare anche in Sudamerica, dove si è giunti a 1.646.746 casi positivi (più 46.026 nelle ultime 24 ore) e a 79.602 decessi (più 1.642). Il Brasile, Paese leader nella regione e secondo più colpito al mondo dietro gli Stati Uniti, ha registrato una crescita più moderata rispetto alla media dell’ultima settimana, forse per la festività domenicale, fissando i contagiati a 867.624 (più 17.110) ed i morti a 43.332 (più 612). Seguono Perù (229.736 e 6.688) e Cile (174.293 e 3.323), mentre altri sei Paesi della regione (Messico, Ecuador, Colombia, Argentina, Repubblica Dominicana e Panama) confermano il difficile momento latinoamericano con contagi superiori ai 20.000 e morti oltre 400. Un nuovo focolaio sta invece spaventando Pechino, dove le autorità cinesi hanno deciso di alzare il livello di guardia.A New York scontro tra Cuomo e De Blasio su una nuova chiusuraIl governatore di New York, Andrew Cuomo, minaccia di chiudere nuovamente Manhattan e gli Hamptons, la località di mare vicino alla Grande Mela rifugio dei milionari della città. Cuomo usa parole dura per descrivere le immagini di assembramenti e le migliaia di denunce presentate per il mancato rispetto delle regole imposte per la riapertura dopo il coronavirus. Parole che mandano su tutte le furie il sindaco di New York, Bill de Blasio: “imprigionare la gente” non è la risposta, “dobbiamo trovare un equilibrio fra la sicurezza e la necessità delle aziende di riaprire”, dice de Blasio tramite un suo portavoce.Il Messico vicino ai 150 mila contagiSono 146.837 i casi di persone contagiate dal coronavirus in Messico. Lo dice l’ultimo aggiornamento del ministero della Salute, che registra 4.147 nuovi casi nelle ultime 24 ore. I morti sono saliti a 17.141, a causa di 269 nuovi decessi.Superati i 50 mila casi di coronavirus in Colombia, anche l’Ecuador vicino a quella sogliaI casi confermati di coronavirus in Colombia hanno superato le 50 mila unità. Lo ha annunciato il ministero della Salute. Nello specifico, nel Paese sono stati registrati 50.939 contagiati, mentre i morti sono finora 1.667.  La Colombia ha fatto scattare una quarantena a fine marzo e prevede di rimuoverla soltanto a inizio luglio. La situazione è molto simile anche in Ecuador, dove i positivi hanno superato le 46.700 unità, con però un numero superiore di vittime, pari a 3.896.
Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy