Coronavirus. Israele: governo reintroduce alcune “zone rosse”

Condividi:

TEL AVIV – “Ieri abbiamo superato la soglia dei 200 nuovi casi, che è esattamente il punto dove ci trovavamo a marzo quando abbiamo preso le prime misure di lockdown”, è stato il monito del primo ministro Benjamin Netanyahu in una conferenza stampa giovedì sera. In Israele le restrizioni per contrastare il coronavirus sono state allentate gradualmente alla fine della Pasqua ebraica, a partire dal 19 aprile, a fronte di numeri incoraggianti. La misura più significativa è stata adottata il 3 maggio, con l’apertura del sistema scolastico.

Ma negli ultimi 15 giorni, il paese è andato incontro a un costante aumento di nuovi contagi: dai circa 20 quotidiani di metà maggio ai 214 di giovedì (i deceduti da Covid-19 sono diventati ieri 300). Motivo per cui ieri il governo ha reintrodotto alcune “zone rosse”, in una città beduina del Negev e in un quartiere a Sud di Tel Aviv, entrambe zone ad alta densità popolare, in cui grandi nuclei familiari vivono in una stessa unità abitativa.


L’altro grande epicentro di contagi è stato il sistema scolastico: a oggi in tutto Israele, 165 scuole hanno chiuso, 460 studenti e staff scolastico sono risultati positivi al test e circa 25.000 si trovano in isolamento. Nonostante questi dati, il governo ha deciso per ora di non chiudere le scuole e in generale di non tornare indietro sulle aperture adottate finora, rimandando la valutazione alla prossima settimana e annunciando un’inasprimento delle sanzioni per gli esercizi che non rispettano le misure di distanziamento (multe fino a 1000 euro) o per chi non indossa la mascherina (50 euro), obbligatoria anche negli spazi pubblici all’aperto.
coronavirus israele governo reintroduce alcune zone rosse - Coronavirus. Israele: governo reintroduce alcune "zone rosse"Esteri Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy